Negli anni ‘70 mi ingegnai per aiutare mio padre muratore, nel disintasamento delle reti fognarie. In quel periodo le condutture intasate venivano sostituite con lavori edili e i servizi di spurghi erano associati esclusivamente a botti agricole trainate da trattori. Provai quindi a disotturare dei tratti fognari demoliti con una pompa agricola collegata ad una cisterna e posizionata su un vecchio furgone, il risultato fu entusiasmante.

L’avanzamento tecnologico di quegli anni mi venne in aiuto e appena maggiorenne acquistai uno dei primi automezzi “Cappellotto” attrezzati per l’aspirazione dei liquami e la pulizia delle reti fognarie. Fondai quindi la mia azienda a cui diedi inizialmente il nome di mio padre, GHELFI IVANO, poi GHELFI SPURGHI.

Oggi, assieme ai miei figli YURI e LUNA, abbiamo ampliato gli ambiti di intervento per cercare di offrire sempre un miglior servizio ed intervenire su maggiori problematiche ambientali.

FABRIZIO GHELFI

PARCO MEZZI:chi siamo

  • N° 7 autospurghi combinati ADR da 2 a 13 mc (scomparto fanghi) + da 1 a 5 mc (scomparto acqua pulita);
  • N° 1 semirimorchio cisterna combinata ADR da 28 mc (scomparto fanghi in depressione) + 2 mc (scomparto acqua);
  • N° 5 unità mobili scarrabili per disidratazione fanghi;
  • N° 4 autocarri ADR dotati di impianto scarrabile;
  • Containers scarrabili, cisterne scarrabili, impianti scarrabili di miscelazione e filtrazione liquami;
  • N° 2 furgoni attrezzati con quattro telecamere filoguidate, sei palloni otturatori, rilevatori sonar, etc.